AREA SOCI

Password dimenticata?

DIVENTA SOCIO

La domanda di iscrizione alla SIGU verrà vagliata e approvata dal Consiglio Direttivo , dopo questa approvazione formale la segreteria provvederà all'inserimento nell'elenco soci dei nuovi nominativi e all'invio della corrispondenza di pertinenza.
Il versamento della quota associativa annua dovrà essere effettuato solo dopo l'accettazione della domanda di iscrizione alla Società. « continua »

XXIV CONGRESSO NAZIONALE AIBT - TORINO, 3-5 OTTOBRE 2017

Torino ospita per la prima volta il congresso dell’Associazione Italiana di Immunogenetica e Biologia dei Trapianti – AIBT, ma la scuola di Genetica di Torino ha avuto grande importanza nello sviluppo di questa disciplina, non solo in Italia ma nel mondo.
 

Ruggero Ceppellini ed i suoi collaboratori hanno scritto pagine importanti in questa disciplina, definendo le basi genetiche dell’istocompatibilità nell’uomo, e dimostrandone la rilevanza nei trapianti. Numerosi sono stati i ricercatori che si sono formati o perfezionati nell’Istituto di Genetica di Torino, contribuendo a loro volta al raggiungimento di importanti conoscenze sull’immunogenetica e sull’istocompatibilità.


Ceppellini aveva fondato il Gruppo Collaborativo di Tipizzazione Tessutale (GCTT), che poi ha dato origine - un quarto di secolo fa - all’AIBT. Sebbene Torino non abbia mai ospitato un convegno AIBT, è stata sede di numerosi convegni sull’istocompatibilità, a cominciare dal terzo Workshop Internazionale dell’Istocompatibilità nel 1967, unico svoltosi in Italia. E numerose volte i laboratori del GCTT si sono incontrati nell’Istituto di Genetica di Torino. La comunità degli immunogenetisti, soprattutto della generazione passata, era dunque familiare con questa città.


Vogliamo con questo convegno far conoscere questo importante passato e condividere con l’attuale comunità di professionisti che si dedicano a questa disciplina i più importanti e recenti sviluppi delle conoscenze sui temi dell’immunogenetica e dell’istocompatibilità, partendo proprio da questo passato.


Benvenuti dunque a Torino, nel segno della continuità tra passato, presente e futuro
 

Vai al sito